Regola del triangolo: composizione fotografica classica

Share this post

Come disporre gli oggetti nella foto in maniera più accattivante

Regola del triangolo: composizione fotografica classica

No, non stiamo parlando di una formazione calcistica né di stravaganti rapporti di coppia: la regola del triangolo è una classica regola di composizione applicata nel campo della pittura e della fotografia. Secondo questa regola, sempre attuale, il soggetto principale di una foto dovrebbe formare un triangolo. Il motivo è che una disposizione di questo tipo trasmette serenità e la simmetria comunica chiarezza e armonia.

Serenità e armonia

Già gli artisti storici del Rinascimento utilizzavano questa forma di composizione dell'immagine per le loro opere, ad esempio per la raffigurazione di scene religiose, nature morte o ritratti. Un esempio molto bello è il dipinto "Italia e Germania" di Friedrich Overbeck, realizzato nel 1828.
Ma la regola del triangolo non si dimostra efficace soltanto nella pittura arcaica. Anche nella fotografia paesaggistica, triangoli proporzionati possono infondere serenità e armonia. Difficilmente la composizione a triangolo crea tensione e dinamismo. Dopotutto, una foto così strutturata risulta stabile e conchiusa: agli occhi dell'osservatore appare una composizione intrinsecamente equilibrata. Soltanto una sfocatura di movimento e linee oblique potrebbero vivacizzare un po' il quadro.

Nella pratica funziona così

Se desiderate trasformare la teoria della regola del triangolo in realtà in una fotografia, potete ad esempio far correre il crinale di una montagna dall'angolo superiore sinistro all'angolo inferiore destro dell'immagine. La forma del triangolo guiderà l'occhio dell'osservatore attraverso la foto. Non ci sono montagne nelle vicinanze? Nessun problema! Con la regola del triangolo si possono ritrarre in maniere altrettanto accattivante anche edifici o altre architetture. Sarà sufficiente mettere a fuoco fino a tre singoli elementi della fotografia, posizionando due dei tre punti nella sezione aurea. I tre punti insieme formeranno un triangolo – i lati di questo saranno invisibili, ma l'osservatore collegherà automaticamente i tre oggetti messi a fuoco con il suo occhio interiore.

Articolo simile